Omaggio a Totò, presentato il francobollo commemorativo

Omaggio a Totò, presentato il francobollo commemorativo

La presentazione a 50 anni dalla sua scomparsa, nella sala “Matilde Serao”

33
0
SHARE

NAPOLI – La cerimonia di presentazione del francobollo commemorativo per Antonio De Curtis, in arte Totò, nel cinquantenario della scomparsa, si è tenuta, nella sala storica Matilde Serao, Palazzo delle Poste – Piazza G. Matteotti, in presenza dei vertici istituzionali Società Poste Italiane, di autorità militari e civili, personalità del mondo del Giornalismo, della Cultura, dell’Arte, dello Spettacolo e del Cinema.

Un clamoroso successo di pubblico e numerose testimonianze per ricordare e soprattutto omaggiare, con ammirazione e riconoscenza, il grande Totò, artista a tutto tondo, figura fondamentale della storia del Cinema e del Teatro italiano, poeta, autore di canzoni e Uomo dalla grande umanità, insomma il genio della nostra generazione, nei campi della creatività e della spontaneità, al di fuori degli schemi.

L’iniziativa fortemente voluta dalle Associazioni “Amici di Totò …a prescindere!” Onlus, l’Accademia Internazionale Partenopea “Federico II” e le Fondazioni Duilio Paoluzzi e della Comunità Salernitana in stretta collaborazione con Poste Italiane.

L’emissione del francobollo è stata resa possibile a seguito della proposta delle Associazioni e del successivo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e della Presidenza della Repubblica per la realizzazione delle carte valori. Il francobollo, del valore di € 0,95, è stato stampato, dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, in calcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, in un solo colore e una tiratura di quattrocentomila esemplari.

La vignetta, realizzata dalla bozzettista Rita Fantini, raffigura un ritratto di Totò, a completarlo, la legenda “TOTÒ”, le date “1898 – 1967”, la scritta “ITALIA” e il valore “€ 0,95”. Nella stessa giornata, l’annullo speciale dedicato a Totò nella città dove è nato e l’allestimento di una Mostra, tra dipinti, fotografie, disegni, riviste ed un bronzo raffigurante Totò, donato dalla Famiglia Adinolfi.

La proiezione di un breve filmato di 4 minuti, che interpreta “’A livella”, estrapolato dal fil documentario dedicato a Totò ha dato inizio alla cerimonia. A moderare l’intervento dei relatori sarà Franco Esposito, direttore dell’emittente tv “Telecolore”, che ha introdotto il responsabile area territoriale sud Francesco Bianchi, il responsabile filatelia Italia  Fabio Gregori, il responsabile Commerciale Italia, Andrea Alfieri, Domenico Cannone, presidente Accademia I.P. “Federico II” e Alberto De Marco, Presidente Associazione Amici di Totò …a prescindere.

Ad allietare la giornata gli interventi musicali della cantante attrice Maria Rosaria Vardi accompagnata dal chitarrista Gigi Morgante nell’esibizione di “Malafemmena”, del cantante Rino Napolitano accompagnato dal M° Mario Frattini nell’esibizione di “Carmè”.
Momenti di pura magia sono stati annunciati dall’attore e presentatore romano Angelo Blasetti, in ordine di apparizione: l’Attore Carmine Coppola con la “Maschera di Pulcinella” interpretando un monologo di Armando Marra dal titolo “Pulcinella” e “’A livella” di Totò, la cantante attrice Livia Spaziano, l’attore e performer Umberto Del Prete nel balletto sulle note della canzone “Soldatini di Piombo”.
A testimoniare l’amicizia con Totò i racconti di due artisti Capitano Frank ed il cantante Gigi Marchese.

Altrettanto importante il contributo degli ospiti Francesco Vernetti (Consigliere Comunale di Napoli), Lucio Varriale (editore televisivo), Mimmo Falco (presidente del Corecom Campania), Francesco D’Episcopo (scrittore),  i giornalisti Gianfranco Coppola; Mimmo Sica; Brunella Postiglione; Mario Orlando; Pino Ecuba; Giovanni Lucianelli; Raffaele Carlino; Alessandro Savoia; il generale di  Brigata Alfredo Muoio, il Comandante Guardie Ambientali Gaetano Granata, il Presidente A.n.g.e. (Ass. Naz. Guardie Ecozoofile) Giovanni Bosso, il Presidente A.l.e.c. (Ass. Lavoratori Extracomunitari e Comunitari) Alfonso Angrisani ed il medico-chirurgo Bruno Vastarella.